.

La Mantova nobile e nascosta eccezionalmente apre le porte dei suoi palazzi e cortili privati in occasione della sesta edizione del Festival

.

Quest’anno Trame Sonore Mantova Chamber Music Festival, che avrà luogo dal 30 maggio al 3 giugno 2018, si arricchisce con un nuovo percorso denominato “Hausmusik”.
Alcuni appuntamenti del festival, saranno quindi organizzati all’interno di alcuni salotti e cortili perlopiù privati, grazie alla disponibilità e generosità dei rispettivi proprietari.

Un’opportunità unica di scoprire quella Mantova che rimane ai più nascosta dietro pesanti portoni, spesso inaccessibile anche al solo sguardo.

In ogni luogo, grazie alle presentazioni realizzate in collaborazione con il FAI Fondo Ambiente Italiano – Delegazione di Mantova, sarà possibile scoprire l’arte e la storia hanno plasmato dei luoghi di grande fascino e in un’atmosfera di suggestione sarà possibile godere di brevi momenti musicali che spazieranno dalla musica vocale al jazz, dalla musica contemporanea al repertorio classico e romantico.

Qui di seguito una breve presentazione dei luoghi e il dettaglio dei momenti  musicali nonché le condizioni di accesso riservate ai soci FAI.

PASS E BIGLIETTI

Per maggiori informazioni sui pass e i titoli di accesso ai concerti del percorso “Hausmusik”, si veda in fondo a questa pagina oppure alla sezione “Biglietteria”.

HAUSMUSIK: CORTILI

Palazzo Vescovile
Domenica 3 giugno
ore 10.00 | ore 11.15

Palazzo Vescovile si trova sul lato meridionale di Piazza Sordello. Fu costruito tra 1776 e il 1786 ed appartenne alla famiglia dei marchesi Bianchi fino al 1823, quando fu venduto alla Curia diocesana.

Ensemble Imaginaire
Cristina Corrieri direttore

A. Vivaldi (1678-1741)
Concerto RV118 in do min
Trio Sonata RV63 “La Follia” in re minore
Concerto RV129 ‘madrigalesco’ in re min
Concerto RV134 in mi min
Concerto RV431a ‘Gran Mogol’ in re minore

Palazzo Arrivabene
Domenica 3 giugno
Ore 12.30 | ore 14.45

Palazzo Arrivabene, costruito nel 1481 con molta probabilità su progetto di Luca Fancelli e successivamente rimaneggiato nel ’700, conserva ancora oggi l’impronta quattrocentesca nell’impianto attorno al cortile con portico ed elegante loggetta e nella bella torre angolare.

Open Trios
Giovanni Bietti pianoforte
Pasquale Laino sax
Luca Caponi percussioni

Musiche di B. Bartok

Palazzo Mortara
Domenica 3 giugno
ore 17.15

Palazzo Mortara è un affascinante palazzo settecentesco con un bellissimo cortile ovale e prende il suo nome attuale dalla famiglia che ne operò l’importante restauro nel 1914. Il monogramma scolpito sullo stemma inserito in un arco richiuso al centro della facciata del cortile ovale ne dà testimonianza.

Cristina Zavalloni voce
JAS – Jazz Acoustic Strings
Cesare Carretta violino e group leader

C. Arcelli Time
G. Gershwin I got rhythm
G. Gershwin I love you Porghy
Cassandra Wilson Autumn Nocturne
C. Zavalloni Le tigre et le chat
C. Zavalloni Les observatories
A. C. Jobim Luisa
K. Weill If
J. Mercer I’m old fashioned
S. Dall’Ora The song of the Evil King
B. Goodman Air Mail Special

Palazzo Cavriani
Domenica 3 giugno
Ore 11.15 | ore 12.30

Palazzo Cavriani, l’imponente palazzo fu dal ‘400 la dimora dell’omonima famiglia e venne ricostruito nel 1756 dall’architetto Adolfo Torreggiani per volere del Marchese Antonio Cavriani. Di fronte al palazzo è situato il giardino, realizzato nel 1835 dal marchese Luigi Cavriani e abbellito al suo interno da busti e statue marmoree, tra le quali spicca quella di Virgilio.

Sestetto dell’Orchestra da Camera di Mantova
Filippo Lama violino
Agnese Tasso violino
Klaus Manfrini viola
Jessica Orlandi viola
Stefano Guarino violoncello
Gregorio Buti violoncello

J. Brahms (1833-1897) Sestetto n. 2 in sol maggiore op. 36

Casa del Mantegna
Domenica 3 giugno
Ore 14.45 | ore 16.00

Casa del Mantegna, eretta a partire dal 1476 sul terreno donato all’artista dal Marchese Ludovico II Gonzaga, la casa si presenta molto semplice all’esterno con una volumetria cubica, entro la quale è inserito un cortile cilindrico: l’evidente allusione alla simbologia del divino rimanda anche suggerita dal motto Ab Olympo che troviamo iscritto sopra uno dei portali. La singolare concezione dell’edificio fa ritenere che l’autore del progetto sia stato lo stesso Mantegna.

Anneleen Lenaerts arpa

Nino Rota Sarabanda e Toccata
Bedřich Smetana La Moldava

Palazzo Valenti Gonzaga
Domenica 3 giugno
Ore 17.15 | ore 18.30

Palazzo Valenti Gonzaga sorge nella contrada del Cervo, denominata, nel periodo Gonzaghesco, dei Monticelli o di Sant’Egidio, in riferimento alla Chiesa che esiste quasi frontalmente al Palazzo. L’imponente costruzione fu voluta dai Valenti, nobile famiglia, pare di origine longobarda, che si trasferì nel mantovano già nel secolo XIV e che visse e operò in città per oltre 400 anni. La facciata del Palazzo è opera dell’architetto Nicolò Sebregondi (1595-1652), figlio secondogenito di Vincenzo I ed Eleonora de’Medici.

Coro da Camera Ricercare Ensemble
Romano Adami direttore

“A La Cinco De La Tarde”
C. Debussy (1862-1918) Dieu, qu’il la fait bon regarder da Trois Chansons de Charles d’Orléans
M. Ravel (1875-1937) Trois beaux oiseaux du paradis da Trois Chansons
M. Castelnuovo-Tedesco (1895-1968) Romancero Gitano op. 152

HAUSMUSIK: SALOTTI

Palazzo Cantoni Marca
Giovedì 31 maggio
ore 18.45

Palazzo Cantoni Marca è uno dei pochissimi palazzi della città di chiara origine medievale, come testimoniano la facciata in pietra a vista e i merli ciechi che lo coronano. Di proprietà della ricca famiglia Boldrini, i cui stemmi lo decorano, fu costruito nel ‘400 e dimostra ancora oggi l’influenza del celebre architetto fiorentino Luca Fancelli, al servizio dei Gonzaga, sia nella facciata sia negli interni decorati da pregevoli affreschi.

Ian Talich violino
Alfredo Zamarra viola
Miriam Prandi violoncello

L. v. Beethoven (1770-1827) Trio in do minore op. 9 n. 3

Palazzo Beccaguti Cavriani
Venerdì 01 giugno
ore 21.45

Palazzo Beccaguti Cavriani è un’antica fabbrica del 1500 appartenuta ai marchesi Cavriani che si sviluppa lungo una superficie di circa tremila metri quadrati abbracciando il cortile ed un hortus retrostante. Splendidamente restaurato dallo Studio di architettura Disegno è stato destinato a galleria d’arte contemporanea, studio di architettura, abitazione dei proprietari ed uffici.

Johannes Fischer percussioni

I. Xenakis Rebonds
J. Fischer Gathering (for prepared and extended vibraphone)
G. Aperghis Le corps à corps (for speaking percussionist and hand drum)

Palazzo Panzera (oggi Casa Corbellani)
Venerdì 01 giugno
ore 18.45

Palazzo Panzera (oggi Casa Corbellani) nasce nel 1534 come ristrutturazione di un edificio preesistente da parte di Bartolomeo Panzera, fattore generale di Isabella d’Este, e il cantiere fu gestito da Giulio Romano. Arricchito di preziosi affreschi, è stato di proprietà di alcune delle famiglie più illustri della nobiltà mantovana fino al 1798 quando molte famiglie ebraiche, finalmente libere di uscire dal ghetto, lo abitarono. Salvato dalla demolizione per volere della cittadinanza, è stato meticolosamente ristrutturato dagli attuali proprietari.

Suyeon Kang violino
Paolo Bonomini violoncello

J. S. Bach (1685-1750)
Preludio in re maggiore BWV 850
Invenzione a due voci n. 12 in la maggiore BWV 783
Invenzione a due voci n. 8 in fa maggiore BWV 779
Invenzione a due voci n. 4 in re minore BWV 775

Z. Kodály (1882-1967) Duo op. 7

 

Casa del Pittore
Sabato 02 giugno
ore 18.45

La Casa del Pittore, edificio risalente al ‘400, ala di un palazzo gonzaghesco, nel 1720 divenne casa-bottega di capomastri e nel 1972 Osvaldo Trombini, pittore e restauratore, la acquista e la restaura con metodologie scientifiche riportando alla luce gli affreschi a fregio di scuola mantegnesca con stemmi Gonzagheschi.

The Blossomed Voice
Federica Napoletani soprano
Alice Rodari mezzosoprano
Monica Delfina Morellini contralto
Giovanni Fiandino tenore
Claudio Poggi tenore
Massimo Savia basso

O. Di Lasso (1532-1594) Dessus le marchè d’arras
Matona mia cara
T. Morley (1557-1602) Now is the month of Maying
G. G. Gastoldi (1556-1622) Amor Vittorioso
A. Willaert (1490-1562) Sempre mi ride sta donna dabbene
M. Lauridsen (1943) Da Les Chansons des Roses : En une seule fleur
J. Lennon \ P. Mccartney – arr. Keith Abbs, Can’t buy me love
J. Lennon \ P. Mccartney – arr. Bob Chilcott, Penny lane
Crosby, Stills & Nash – arr. Philip Lawson, Helplessly Hoping
Tradizione Scozzese – arr. Simon Carrington O My Love is Like a Red, Red Rose

BIGLIETTERIA DEL PERCORSO “HAUSMUSIK”

HAUSMUSIK – CORTILI

PASS CORTILI SEGRETI  € 30,00
RIDUZIONE ISCRITTI FAI € 25,00

Include l’accesso a 6 concerti in programma presso Palazzo Vescovile, Palazzo Cavriani, Casa del Mantegna, Palazzo Mortara, Palazzo Arrivabene, Palazzo Valenti Gonzaga

BIGLIETTO SINGOLO  € 7,00

Concerti in programma presso Palazzo Vescovile, Palazzo Cavriani, Casa del Mantegna, Palazzo Mortara, Palazzo Arrivabene, Palazzo Valenti Gonzaga.

HAUSMUSIK – SALOTTI

PASS “SALOTTI”  € 15,00

Ingresso su invito. I concerti si terranno presso Casa del Pittore, Casa Corbellani, Palazzo Cantoni, Palazzo Beccaguti Cavriani.

Il pass abbina l’accesso al concerto che si terrà nella casa privata ad un concerto del percorso principale a Palazzo Ducale o al Teatro Bibiena, come qui di seguito indicato:

31 maggio ore 18.45 Palazzo Cantoni Marca • Hausmusik
31 maggio ore 20.30 Sala di Manto • Orchestra da Camera di Mantova, Giovanni Sollima

01 giugno ore 18.45 Casa Corbellani • Hausmusik
01 giugno ore 20.30 Teatro Bibiena • Orchestra da Camera di Mantova, Gemma Bertagnolli “Teuzzone”

01 giugno ore 20.30 Teatro Bibiena • Orchestra da Camera di Mantova, Gemma Bertagnolli “Teuzzone”
01 giugno ore 21.45 Palazzo Beccaguti Cavriani • Hausmusik

02 giugno ore 18.45 Casa del Pittore • Hausmusik
02 giugno ore 21.15 Sala di Manto • Orchestra da Camera di Mantova, Alexander Lonquich

.