EDIZIONE 2016

Raggiunte 49.500 presenze

Mantova 5 giugno 2016 – Si è dunque chiusa la quarta edizione di “Trame Sonore – Mantova Chamber Music Festival”, quest’anno in prestigiosa apertura dell’estate di Mantova, prima Capitale Italiana della Cultura.

Con oltre 300 musicisti, fra cui alcuni dei più amati solisti europei, a musicare i luoghi culto della grande arte Gonzaga per 16 ore al giorno in contemporanea, da Palazzo Te a Palazzo Ducale, dalla Rotonda di San Lorenzo alla Basilica di Santa Barbara, ma anche Teatro Bibiena, Palazzo Castiglioni le piazze del centro storico e Palazzo della Ragione, “Trame Sonore” ha portato in città la più alta concentrazione di talento, creatività e cultura dell’intrattenimento al mondo, in un piacevolissimo clima informale unico nel suo genere.

E anche quest’anno le presenze di pubblico hanno premiato il titanico sforzo organizzativo di tutti i protagonisti di questa coraggiosa e ancora giovanissima sfida, unica nel suo genere nel panorama festivaliero mondiale: con 10.000 ingressi diurni a Palazzo Ducale, un incremento del 70% a Palazzo Te nella sola giornata del 2 giugno, e l’alto tasso di sold out dei concerti serali, a partire dall’affollatissima serata di apertura, gli accessi totali ai live di “Trame Sonore” arrivano a 49.500 ascolti singoli.

Ma conteggiare ascolti e presenze durante un festival come “Trame Sonore” è quasi un esercizio inutile, perché è il clima che si respira in una città interamente musicata a dettare il coinvolgimento di chiunque la sfiori, consapevole o no di cosa stia accadendo, dall’appassionato di musica al turista occasionale, che si trova ugualmente immerso in una concentrazione di talento e bellezza unica in Europa e che ricorda quello spirito unico che caratterizza solo i più grandi e famosi festival del continente, come Salisburgo. Che però ha impiegato 71 anni e budget incalcolabili per creare il suo ‘clima’, mentre Mantova e “Trame Sonore” solo 4 e tanto entusiasmo.

Profondamente toccato anche Peter Assmann, Direttore del Polo Museale Palazzo Ducale di Mantova, che per la prima volta ha avuto la possibilità di sperimentare con mano l’eccezionalità di Trame Sonore: “A titolo personale è stata per me una grande gioia ed emozione poter assistere a così tanti concerti, vedere tanti giovani sia fra gli artisti sia fra il pubblico, riscoprire non solo i grandi classici della musica da camera in un contesto nuovo e più stimolante, ma anche repertori nuovi, sconosciuti e soprattutto constatare con piacere che il pubblico accoglie anche questa musica diversa con piacere, entusiasmo e passione. E’ una manifestazione di grande livello internazionale che dà visibilità e lustro a Palazzo Ducale e rende anche la visita infinitamente più leggera, piacevole. Lo so che è totalmente impossibile, ma andrebbe fatto più spesso”.

Aggiunge Carlo Fabiano, Direttore Artistico di “Trame Sonore” e suo ideatore: “Ringrazio ovviamente lo slancio di generosità ed entusiasmo di tutti gli artisti che hanno abbracciato questa idea, sposandola e sostenendola con il loro talento, passione e creatività. Ma la lista dei ringraziamenti sarebbe ben più lunga perché lo sforzo organizzativo di “Trame Sonore” è immenso e va riconosciuto. Mi preme sottolineare comunque come questa manifestazione ben si sposi con l’unicità della nostra orchestra da camera e di Mantova, che con il suo spirito aperto e diverso da tante altre realtà, diventa davvero la spina dorsale dell’impresa “Trame Sonore”, ne detta il corpo, il suono, lo spirito informale e collaborativo, la voglia di aprirsi al mondo senza uscire dalla nostra amatissima città, ma portando il mondo qui, tra le nostre mura”.

Chiude il Sindaco Mattia Palazzi che rimarca: “Un trionfo della bellezza, “Trame Sonore” e Mantova sono un unicum incredibile. Facciamoci sempre più conoscere nel mondo”.

E giustamente esulta il Sindaco di Mantova che, grazie a “Trame Sonore”, promuove la città e le sue bellezze grazie all’entusiasmo spontaneo di artisti di grande prestigio, normalmente pagati da importanti aziende del lusso per divulgare i loro brand, qui gratuitamente a disposizione della fama mondiale di Mantova.